Pagine

martedì 28 dicembre 2010

terzo occhio



terzo occhio
Questo è un'altro modo di utilizzare l'effetto "rotoscoping" ho usato la stessa ripresa 2 volte, spostando la seconda "clip" in modo che l'occhio finisse inc enro alla fronte e poi ho creato una maschera intorno con una sfumatura... e.... terzo occhio..

martedì 7 dicembre 2010

piva piva.mpg



La parte finale di un video che sto prealizzando per natale.. l'idea è di farne una versione più lunga ma la "trama" è ancora un segreto. La tecnica usata è quella del masking (mascherare) molti software per effetti peciali offrono questa possibilità. Il segreto per dare dinamicità alle immagini è riprendere il soggetto che si vuole "animare" immobile, ma con elementi attorno che si muvono o che non sono in ogni caso statici. Poi, in fase di montaggio si può fare dei panning (spostameti laterali) e degli zoom per rendere le immagini ancora più dinamiche. Notare che si può riutilizzare la stessa clip per bocca e occhi, avvicinandole tra loro per dare un effetto più simpatico. Altro espediente è virare il colore della clip con bocca e occhi verso il colore della superficie che si vuole animare..

sabato 4 dicembre 2010

canzone milanese



Un nuovo video, in cui mi sono divertito a fondere il mio vecchio amore per la muscica con quello più nuovo della realizzazione di video per la canzone milanese.
Un trucco che ho scoperto, è che quando si deve realizzare una ripresa con il cromakey, si può riprendere l'intera figura di una persona con la telecamera in verticale sul cavalletto, per poi ruotarla sucessivamente in fase di montaggio. Il risultato è una figura intera maggiormente definita rispetto ad una normale immagine orizzontale. allora vi piace questa canzone milanese ?

lunedì 15 novembre 2010

hanasakajii san il nonnino sbocciafiori.mpg

Stop motion tra cinema e fotografia


Bene, dopo un mese di lavorazione il mio primo film in stop motion è finito. Lo chiamo film anche se non lo è dato che ho impiegato un mese, (lavorando nei ritagli di tempo) per realizzarlo.
Inizio subito col dire che nel precedente articolo sui software open source ne ho tralasciato uno, Helium Frog..


http://www.heliumfrog.net63.net/index.html

che è praticamente un must-off per ch ivuole cimentarsi con questa tecnica. è Gratuito e funziona alla perfezione.

Da dove cominciare.. vediamo.. Prima di tutto l'attrezzatura che ho utilizzato:
una web cam (serve anche se si utilizza una macchina fotografica)
una macchia fotografica con softwer di controllo remoto (la Canon EOS 1000D è perfetta
Un portatile (è più versatile per allestire un set)
faretti e luci.

Per il set dovete viaggiare di fantasia, cartoncino pongo o se preferite oggetti da animare. Io ho optato per personaggi in pongo con all'interno un'anima in fil di ferro.




Prima cosa da fare: togliere tutti gli automatismi come messa a fuoco, apertura diaframma ecc. perchè in manuale si lavora molto meglio.
fissare bene la macchina fotografica ad un cavalletto, colelgarla al computer assieme alla web cam e avviare HElium Frog. (dovete configurare il software in base alla macchina fotografica che usate tramite un file di testo).
Fate alcune prove prima di iniziare a realizzare il vostro primo stop motion, e ricordate se premete la barra dello spazio risparmierete un bel po di tempo.
Un consiglio: se volete realizzare un video con audio prima registrate l'audio e poi caricate il file audio su Helium Frog potrete realizzare le azioni in base al sonoro.
come frame rate consiglio 14 al secondo, 25 sarebbe un dispendio di lavoro tale da rendere il vostro lavoro epico.. per via dei tempi ri realizzazione.
scattate le vostre duecento o trecento foto muovendo personaggi e oggetti, ridimensionatele con una procedura di batch. e passatele con Monkey jam. ecco il vostro pirmo stop motion.
Per il Nonnino Sbocciafiori ho scattato all'incirca 4000 immagini (200 in media per scena) ma il risultato è affascinante.
Non cercate ri realizzare muovimenti di camera muoendo la macchina fotografica, il risultato non è mai fluido quanto si vorrebbe. Meglio farlo in fase di motaggio, e ricordate che i 10 megapixel di una reflex sono molto ma molto di più della più alta definizione televisiva.. perciò campi lunghi e poi zummate in fase di montaggio, a meno che non vogliate dei primi piani.
Per oggi mi fermo qui ma l'argomento è talmente appassioannte che aggoingerò commenti e suggerimenti ogni volta che mi viene in mente qualcosa....


Se vi è piaciuto questo articolo cliccate su +1, su reazioni qui sotto..

lunedì 4 ottobre 2010

Viva l'open source

Da qualche anno a questa parte, l'open source è diventata una vera e propria filsofia di vita nal campo dell'informatica.
Per open source si intende generalmente software completamente gratuiti e con i codici diprogrammazione "aperti" ovvero disponibili a tutti coloro che vogliono apporre modifche e miglioramenti ai software.
anche nel campo della grafica, sono nati veri e propri programmi completi che sposano questa filosofia, tra cui ne segnalo alcuni veramente degni di interesse:

Blender:
Software completo e a livello professionale di modellazione/animazione 3d. Non ha nulla da invidiare ai più "blasonati" e costosissimi software.

http://www.blender.it/

Jahshaka:
Software per il montaggio video un poostico ma di ottima qualità con funzioni soprendenti che spaziano dal 3d ad effetti spciali.

http://www.cinefx.org/

Avidemux:
Un convertitore utile anche er il montaggio video, anche se limitato nelle funzioni. funziona con praticamente tutti i codec e converte in moltissimi formati.

http://fixounet.free.fr/avidemux/

vax:
videoediting opensource con numerosi effetti e possibilità di realizza video con facilità e velocità.

http://www.debugmode.com/wax/

Vivia:
molto semplice da usare, ma anche molto limitato. Milgioramenti sono in però programma per la versione 3.

http://vivia-video.org/
http://vivia-video.org/


zs4 video editor
moltissimi effetti video devo ancora testarlo ma promette bene..

http://www.zs4.net/free-software-downloads
http://www.zs4.net/free-software-downloads

Un altro sofware degno di interesse è monkeyjam, perfetto per realizzare stop motion con telecamera o da files di immagini.

l'indirizzo è:
http://www.giantscreamingrobotmonkeys.com/monkeyjam/
http://www.giantscreamingrobotmonkeys.com/monkeyjam/

giovedì 3 giugno 2010

Anche l'audio vuole la sua parte

Nonostante questo sia il blog di un videomaker rivolto ad altri videomaker lasciatmi "sforare" dall'argomento principale per citare la vincita ottenuta grazie a Audacity (il software open cource audio per eccellenza) e a un'dea venuta per caso ma che a quanto pare ha funzionato...



cliccare qui
(nel caso non funzioni il plug in qui sopra)

lunedì 17 maggio 2010

3D senza spendere un centesimo.

Si chama Effetto Pulfrich, va subito detto che non potrete girare un lungometraggio con questa tecnica, perchè richiede un movimento di camera che non sempre si adatta alla narrazione di una storia.
Cosa dobbiamo procurarci? Un paio di occhiali da sole e la nostra telecamera, ma anche senza telecamera si può fare u esperimento interessante.
Togliamo una lente ai nostri occhali da sole o se non vogliamo rovinarli copriamo solo un occhio con una lente lasciando libero l'altro. Ora giriamo un video muovendo la telecamera in avanti e orientata diagonalmente al panorama che vogliamo riprendere. L'effetto infatti funziona con le riprese laterali ma non con quelle frontali o statiche.
La lene scura infatti, rallenta anche se di pochissimo la percezione dell'immagine, mandando al cervello un segbnale "ritardato" rispetto all'occhio libero.
Posspiamo persino vedere l'effetto già mentre giriamo il video, usando lo schermo LCD della telecamera e non il mirino...ovviamente con un occhio coperto dalla lente scura..
Se non avete una teltecamera (ma allora cosa ci fate qui?) potete usare google earth, la città di Milano è stata totalmente digitalizzata in 3d, aggiungete l'opzione edifici 3d se non è già attiva, summate e fate scorrere l'immagine con lo stesso metodo della lente degli cchiali da sole vedrete le immagini scorrere in 3D !!!!

domenica 16 maggio 2010

Doppiaggio e presa diretta

Spesso, quando giriamo un video che non sia quello delle vacanze al mare o simili, ci rendiamo subito conto che anche se abbiamo curato i dettagli e abbiamo allestito un set a regola d'arte, il punto debole del notro video è l'audio. Le telecamere non professionali infatti, dispongono di un audio di buona qualità, ma a volte non basta. Cosa fare allora? Se la vostra telecamera è predisposta per un'uscita microfono basterà procurarsi un microfono di buona qualità (meglio se stereo) e il gioco è fatto. Se non è possibile, si può optare per un registratore digitale, io ho scelto un registratore digitale stereo dato che è possibile posizionarlo vicino al soggetto, anche con la telecamera distante, per riprodurre l'effetto documentario con un prio piano dello speaker che poi si allarga ad un campo largo magari molto distante..
Ovviamente non disporrete di un ciak, ma sarebbe utile in quanto la sua funzione primaria è quella di generare un suono (ciak) che poi servirà per sincronizzare la traccia audio con quella video alla perfezione. battere le mani davanti al volto prima di girare può essere un espediente come altri per aggirare il problema.
Fin qui la presa diretta. Ma per doppiare un filmato? Può capitare che la vostra "interpretazione" non vi sia piacuta, ma che le immagini siano esattamente quello che volevate.. allora? Se disponete di un microfono, scaricate il software gratutito audiacity, caricate il vostro video sul player viedo usate delle cuffie e aprite audiacity. Affiancate le due finester dei sofware, fate partire rec in audiacity e pay nel player video. provate varie volte l'intonazione e la metrica e alla fine arete u risultato più che soddisfacente.
In questo video avevo sbagliato la tipologia del prodotto non era grappa ma acquavite... questo è il video ri-doppiato:

domenica 9 maggio 2010

Quale telecamera?


La scelta della telecamera è spesso dettata più da una questione economica che per le reali capacità del mezzo. La mia decisione è caduta sun un modello non in alta definizione ma con Hard Disc, perchè per realzzare filmati per il web non è necesario utilizzare una definizione molto elevata.

Molti software per il montaggio e per gli effetti speciali non gestiscono ancora perfettamene i unovi formati in alta definizione, inolre ci vuole un computer poternte e con molta memoria sia ram sia statica (Hard disc).


L'HD interno mi permette di girare e scaricare immediatamente i filmati sul compuer così da poter subito passare al montaggio e agli effetti speciali.

La steadycam è un'innovazione cinematografica degli anni 70. Permette di ottenere riprese fluide senza l'uso di ingombranti apparecchiature come il Dolly e permette di girare anche in condizioni impossibili per altri tipi di attrezzatura.

Ultimamente è diiventato possibile utilizzare questa tecnica anche a livello amatoriale, grazie ad alcuni prodotti a basso costo e di facile utilizzo.

giovedì 6 maggio 2010

La colonna del diavolo

video
Questo video è stato realizzato partendo da una leggenda Milanese, la colonna del diavolo, affianco alla basilica si S. Ambrogio.
Un mistero che ci viene tramandato da centinaia di anni,

Se vi è piaciuto questo articolo cliccate su +1, su reazioni qui sotto..

martedì 4 maggio 2010

Come aumentare le proprie visite su youtube

Un sistema molto pratico per aumentare le visite di un video su youtube, è collegare come video di risposta il proprio video ad uno che ha molti accessi.

Se vogliamo ad esempio che il nostro video " pollo arrosto" sia cliccato molte volte, dobbiamo digitare nel campo di "ricerca" le parole chiave che ci sembrano quelle più comuni, pollo, arrosto, cucina, cucina italiana, cucina indiana, ecc.

Quando vediamo un video con molte visualizzazioni, andiamo sotto il video e clicchiamo sulla casella a destra dello spazio per i commenti, dove si legge "video di risposta".

Seguiamo le indicazioni e poi controlliamo che il video appaia tra i commenti.
Io ho fatto così per un video di un presunto ufo, e in pochi giorni ho ottenuto 800 visite..

Se non dovesse funzionare la ragione potrebbe essere che le visite di quel video sono fasulle, esistono infatti dei software che accedono ai link che impostiamo in modo automatico, ma questa pratica è punita se scoperta, e inoltre non aumenta il numero di "spettatori" che vedono il nostro video...
ma se volete realmente far salire le vistie del vostro canale alle stelle
visitate questo post sempre in questo blog:
http://videomakerinsubria.blogspot.com/2011/06/sub-4-sub-e-visite-su-youtube.html

Se vi è piaciuto questo articolo cliccate su +1, su reazioni qui sotto..

venerdì 26 marzo 2010

Luci da studio a prezzo irrisorio..

Mentre per girare in esterni basta aspettare una bella giornata, quando si gira in interni la cosa si fa difficile.. Se guardate i vostri video girati in casa noterete che i colori tendono sempre al rosso le immagini sono sgranate e difficilmente si ottiene una perfetta illuminazione della scena. Le luci da studio fotofrafico costano una fortuna, nell'ordine delle miglia di euro, ma se volete spendere pochissimo potete costruirvi delle luci fatte in casa, che però raggiungono ottimi risultati...

cosa fare ?
Bene, prima di tutto comprate un faretto da esterni ...




Una lampadina al neon per faretti (sono una novità assoluta) al momento le più potenti sono da 25w ma dato il consumo ridotto e la luce molto calda (in fotografia luce calda vuole dire più vicina alla luce del sole e perciò bianca) basterà avere più faretti per ottenere un vero e proprio set.





In fine comprate un cavalletto per macchina fotografica (io ne ho comprato uno per 16 euro)



quello che serve adesso è un bullone a farfalla. Attenzione portatevi dal ferramenta il cavalletto o anche solo la parte dove si fissa la macchna fotografica se è di tipo removibile in quanto è un "passo" speciale.



Montate il tutto....












il nostro faretto da studio è completato...



e ora facciamo un po di luce....






Se vi è piaciuto questo articolo cliccate su +1, su reazioni qui sotto..

mercoledì 24 marzo 2010

Grandangolo


Se dovete fare riprese in inetrni, o spazi piccoli, come nel caso dell'utilizzo del chromakey, è necessario un obbiettivo grandangolare addizionale da montare sulla ghiera dell'obbiettivo (quasi tutti i modelli ne sono provvisti). Così potrete riprendere figure intere. Ne esistono di differenti prezzi, a seconda della telecamera che si usa.

domenica 21 marzo 2010

Chroma key

La tecnica del green screen o chromakey, permette di sostituire con uno sfondo di qualsiasi tipo uno sfondo colorato. SI usa il verde o il blu per evitare che elementi di colore simile vengano bucati" dal procedimento.
In questo video si vede come è possiobile costruire un vero e proprio studio in casa. Lo sfondo non deve avere pieghe o disomogeneità di colori e cosa importantissima, l'illuminazione deve essere ben distribuita e non deve proiettare ombre sullo sfondo stesso.



Se vi è piaciuto questo articolo cliccate su +1, su reazioni qui sotto..

Milanin Milanon

E infine è arrivato il momento di pubblicare su youtube la mia ultima fatica: Per girare in esterni consiglio sempre di aspettare belle giornate..

venerdì 19 marzo 2010

Benvenuti ! Welcome !

Benvenuti su questo blog, dove potrete conoscere i trucchi per poter realizzare video, o filmati di ottima qualità, anche con una semplice telecamera.