Pagine

domenica 16 maggio 2010

Doppiaggio e presa diretta

Spesso, quando giriamo un video che non sia quello delle vacanze al mare o simili, ci rendiamo subito conto che anche se abbiamo curato i dettagli e abbiamo allestito un set a regola d'arte, il punto debole del notro video è l'audio. Le telecamere non professionali infatti, dispongono di un audio di buona qualità, ma a volte non basta. Cosa fare allora? Se la vostra telecamera è predisposta per un'uscita microfono basterà procurarsi un microfono di buona qualità (meglio se stereo) e il gioco è fatto. Se non è possibile, si può optare per un registratore digitale, io ho scelto un registratore digitale stereo dato che è possibile posizionarlo vicino al soggetto, anche con la telecamera distante, per riprodurre l'effetto documentario con un prio piano dello speaker che poi si allarga ad un campo largo magari molto distante..
Ovviamente non disporrete di un ciak, ma sarebbe utile in quanto la sua funzione primaria è quella di generare un suono (ciak) che poi servirà per sincronizzare la traccia audio con quella video alla perfezione. battere le mani davanti al volto prima di girare può essere un espediente come altri per aggirare il problema.
Fin qui la presa diretta. Ma per doppiare un filmato? Può capitare che la vostra "interpretazione" non vi sia piacuta, ma che le immagini siano esattamente quello che volevate.. allora? Se disponete di un microfono, scaricate il software gratutito audiacity, caricate il vostro video sul player viedo usate delle cuffie e aprite audiacity. Affiancate le due finester dei sofware, fate partire rec in audiacity e pay nel player video. provate varie volte l'intonazione e la metrica e alla fine arete u risultato più che soddisfacente.
In questo video avevo sbagliato la tipologia del prodotto non era grappa ma acquavite... questo è il video ri-doppiato: