Pagine

giovedì 9 febbraio 2012

3D nativo e 3D convertito

Chi segue il mio blog assiduamente saprà tutto sulla conversione dei video da 2D a 3D su youtube dato che ho trattato l'argomento con tanto di video esplicativo.

Ora però voglio soffermarmi sulle varie opzioni che youtube offre per la visione dei video stereoscopici, e della differenza tra video 3D nativi e 3D convertiti tramite software come appunto quello che youtube offre gratuitamente.


Ovviamente per girare u video in 3D nativo si deve disporre di una videocamera 3D come quella nell'immagine o di due telecamere affiancate, che per forza di cose devono avere stesso obbiettivo e stessa focale. detto ciò, passiamo alla visione stereoscopica e alle opzioni che youtube offre:
Le opzioni per poter vedere i video in 3D sono molte:
con occhialini cromatici:
ciano magenta (rosso ciano)
verde magenta
blu giallo

è possibilile inoltre vedere i video in toni di grigio, in full color e ottimizzato (Dubois)
con altri dispositivi più sofisticati:
interlacciato
affiancato
senza occhiali (!!!!!)
visualizzazione stereo html 5

Se avete un video 3D parallax barier siete fortunatissimi se avete un TV 3D con connessione diretta ad internet ancora meglio... altrimenti dovete arrangiarvi come faccio io, ovvero con gli occhialini o con i metodi che youtube suggerisce.

(!!!!) Infatti, nell'opzione senza occhiali ci sono due o tre opzioni che a mio avviso roviano la vista, ma tra questi uno è davvero geniale: affianca le due immagini in modo speculare, basta prendere uno specchietto e il gioco è fatto !!

qui insersco un video tutorial suggerito da youtube





Detto ciò passiamo alla comparazione tra video 3D nativo e video 3D convertito da youtube:


VIdeo Nativo



e video convertito




Si nota subito una fortemente maggiore profondità nel video nativo, le due immagini infatti sono state prese dallo stesso punto e con la stessa telecamera (Aiptek 3D) solo che la seconda ripresa è stata fatta in 2D.

In definitiva se si vuole ottenere dei video con una profondità di campo di ottimo livello conviene dotarsi di una camera 3D o di due telecaemre affiancate, mentre se si vuole avere un buon effetto mantenendo tutte le caratteristiche di una ripresa 2D (zummate, composizione e titolazione ecc.) conviene usare una normale telecamera o una videoreflex e poi convertire, in quanto software per editare video in 3D sono ancora molto rari e estremamente costosi.