Pagine

martedì 3 aprile 2012

Anello di inversione e Macro molto spinto

Spesso vorremmo avere un corredo da far invidia ad un fotografo porfessionista, e girare video  con decine e decine di obbiettivi diversi, ma la dura realtà è che un macro ad esempio può costare oltre 100 euro e dato che lo usremo poche volte, solo per riprese specifiche, sarebbe un peccato doverli spendere. Però non dobbiamo rinunciare alle nostre smanie di grandezza ma solo rinunciare a qualche funzione. come fare?
Nel caso della Canon si può facilmente trovare un anello di inversione dal costo veramente basso. trovate un fotografo che vende l'usato (he he io ne ho uno quasi sotto casa) e comprate un 50mm ma ancora meglio un 28mm usato, non importa di che marca, emglio se vecchissisimo e del costo molto basso, tanto  l'importante è che deve essere completamente manuale e con il passo dell'avvitamento dei filtri uguale a quello dell'anello di inversione.

Gli obbiettivi normali infatti, se montati al contrario diventano dei potenti macro, con l'unico problema che per mettere a fuoco il soggetto che si vuole fotografare si deve spostare la macchina fotografica che deve essere su un cavalletto dato che il più lieve spostamento provoca l'uscita del soggetto dalla messa a fuoco...


Questo è l'anello di inversione


e questo è l'obbiettivo con attacco nikon (devo ancora trovare l'anello adattatore per poterlo montare sulla 550D)

ed ecco come si presenta l'obbiettivo montato al contrario usando l'anello di inversione.



questa foto è stata scattata con la canon 1000D e senza cavalletto, ovviamente alti scatti non erano così nitidi a causa dei micromovimenti che si fanno quando non si usa un cavalletto..



Questa invece è una foglia di rosmarino scattata usando il cavalletto.


Buon divertimento e ricordate che per fare un buon video tecnica e effetti speciali sono importanti, ma quello che realmente conta è la storia o comunque quello che si vuole dire...